News
1 mese fa

Conto cointestato: di chi sono i soldi

Il caso preso in esame dalla Corte di Cassazione (n.21963/2019) è quello di una anziana signora che aveva cointestato il proprio conto con i nipoti perché potessero operarvi a suo sostegno.

I nipoti, alla morte della nonna, hanno svuotato il conto, suscitando le ire degli eredi legittimi che hanno fatto causa e, anche se solo in Cassazione, vinto.

La Suprema Corte ha infatti chiarito che la semplice cointestazione del conto corrente, salvo prova contraria, conferisce solo il potere di operare sul conto ma non trasferisce la proprietà del suo contenuto al cointestatario che, quindi, non ne diviene comproprietario.